Quante volte abbiamo fantasticato sul metterci uno zaino in spalla e, carichi solo di quello, partire per esplorare il mondo. David Ben-David, creatore di Sprayground, ebbe l’intuizione di lanciare il brand proprio durante una delle sue avventure da backpackers.

Era il 2010 e l’idea che rivoluzionò il mondo degli accessori era molto “semplice”: contrapporsi agli zaini neri e omologati che regnavano sovrani nel mondo del fashion ispirandosi alla street art di Miami. Nasce così il primo zaino Sprayground, l’iconico “Hallo my name is”. Per la vera e propria affermazione del brand però, bisognerà aspettare un altro anno, quando lo zaino “Money stacks” convince critica e celebrities, e lo stile Sprayground comincia veramente a diventare di tendenza.

Come una macchia d’olio la fama del brand comincia ad espandersi oltre i confini degli Stati Uniti, conquistando dapprima il Sol Levante fino a spopolare in Europa, tra la moda che conta.

Grafiche irriverenti, autoironiche e spesso palesemente ispirate ai marchi più importanti dell’alta moda si fondono ad un studio attento dei materiali, alle tecniche di stampa 3d e alle cuciture non convenzionali. Grazie al grande successo ottenuto, il brand negli ultimi anni ha espanso il proprio range d’azione anche all’abbigliamento. Quello che nel 2010 sembrava il sogno pazzo e irrealizzabile di un giovane viaggiatore e avventuriero americano, oggi è uno dei brand streetwear di accessori e abbigliamento più affermati al mondo.


I marsupi, le pochette e soprattutto gli zaini Sprayground sono ormai distribuiti in più di 30 paesi sparsi tra tutti e 5 i continenti. Scopri i modelli dell’ultimo drop su Sweetstore.it e non farti sfuggire must have del livello del borsello Sprayground Henny Air to the Throne Savvy, ispirato alle linee di grandi marchi di moda europei.

Non solo articoli di tendenza, ma parliamo anche di un vero e proprio culto del marchio il quale è riuscito a fidelizzare sia gli appassionati dello street fashion sia i collezionisti, sempre pronti ad acquistare gli ultimi modelli in uscita per poterli esporre nelle proprie case come opere d’arte non convenzionali.